Accesso a spazi confinati


9 marzo 2018

Gli spazi confinati sono molto diffusi negli impianti di raffinazione del petrolio, negli stabilimenti petrolchimici e in quelli di raffinazione del gas, nei compartimenti sotterranei come i serbatoi di stoccaggio dei prodotti petroliferi, i collettori delle fognature sotterranee e molte altre aree. I rischi presenti quando si entra e si lavora in spazi confinati possono causare al lavoratore lesioni, malattie e morte.

Si stima che lavorare negli spazi confinati sia da 100 a 150 volte più pericoloso rispetto al lavorare all’aperto. Le aree sconosciute e i relativi ambienti interni con le caratteristiche tipiche degli spazi confinati si devono sempre trattare come spazi confinati, adottando tutte le precauzioni necessarie per la sicurezza.

L’accesso agli spazi confinati comporta anche il potenziale pericolo rappresentato dall’atmosfera interna: per lavorare in sicurezza e individuare in modo proattivo il pericolo prima di entrare, occorre svolgere un’analisi dell’atmosfera e tenere continuamente monitorata l’atmosfera interna. MSA propone un’ampia gamma di robusti rilevatori di gas portatili, con i relativi accessori, progettati specificamente per il campionamento.

Per chi lavora in spazi confinati senza punti di supporto fissi, MSA e Crotti Antincendio propongono un esclusivo sistema utilizzabile per il personale e per i carichi in entrata o in uscita. Il tripode universale rende disponibile un punto di ancoraggio di classe B, il sollevamento si controlla con l’argano MSA Workman, i cordini autoretrattili intervengono come dispositivi anticaduta e il dispositivo di soccorso MSA Workman Rescuer offre una protezione anticaduta rapida, facile e intuitiva, con funzione di soccorso bidirezionale integrale.

Per gli spazi confinati, dove esiste costantemente un alto rischio di emissioni pericolose, MSA e Crotti Antincendio propongono respiratori Airline combinati dotati di un sistema di carrelli Airline per garantire la sicurezza sul lavoro.

Se esiste il rischio di eventi pericolosi imprevisti, i dispositivi di fuga o gli autorespiratori a ossigeno sono l’ideale per aiutare i lavoratori ad allontanarsi dallo spazio confinato in caso di carenza di ossigeno o in presenza di atmosfera tossica.

Indipendentemente dal tipo di lavoro svolto, negli spazi confinati si devono utilizzare dispositivi di protezione preventiva, come elmetti e occhiali protettivi. Attiva nel campo della sicurezza da oltre 100 anni, MSA e Crotti Antincendio propongono numerosi DPI per la protezione preventiva.

Le attività di soccorso non sono mai facili: richiedono non solo efficienza operativa e azioni decise, ma anche mobilità. I soccorritori di tutto il mondo usano autorespiratori in grado di proteggere l’utilizzatore indipendentemente dalle condizioni operative. L’imbracatura anticaduta integrata di MSA per autorespiratori e l’elmetto ad alte prestazioni utilizzabile in diverse missioni di soccorso tecnico completano le soluzioni per gli interventi di soccorso più impegnativi.

 

Scarica il file con le  Soluzioni per l’accesso a spazi confinati

 

news_2018_03_09_msa_spazi_confinati04   news_2018_03_09_msa_spazi_confinati03   news_2018_03_09_msa_spazi_confinati02